D’Alema non vuole spostare i carrarmatini rossi in Afghanistan

23 05 2007

MASSIMO D’ALEMA, ministro degli Esteri, risponde così all’appello di Bush per l’invio di nuove truppe in Afghanistan:
“Le nostre forze armate si muovono sulla base delle decisioni delle Camere, non di altri”.

PESI MEDIA: da 1 anno a questa parte nelle Camere italiane è sempre più in voga un nuovo gioco, il Risikomunista. Vince chi ritira per primo tutti i suoi carrarmatini.

Annunci




D’Alema, gli USA e i corsi d’inglese

23 03 2007

SEAN McCORMACK, portavoce del Dipartimento di Stato degli USA, in merito al rilascio in Afghanistan di 5 pericolosi terroristi talebani in cambio del giornalista Mastrogiacomo: Al momento dell’incontro con D’Alema, il segretario di Stato non era a conoscenza delle circostanze che hanno portato alla liberazione dell’ostaggio. Abbiamo timore di questo tipo di accordi: la preoccupazione è riferita al fatto che cinque pericolosi terroristi tornano ad imbracciare le armi. Ci aspettiamo che in futuro non vengano fatte concessioni“.

PESI MEDIA:  D’Alema do you speak english? 





Per Bertinotti le vite umane non sono tutte uguali

22 03 2007

FAUSTO BERTINOTTI, presidente della Camera, commentando la liberazione del giornalista Mastrogiacomo in Afghanistan, ottenuta grazie al rilascio di 5 pericolosi terroristi talebani: Io mi sento orgoglioso di vivere in un Paese dove le istituzioni e il Governo riescono a realizzare, in maniera coesa, una trattativa e salvare una vita umana“.

PESI MEDIA:  Bertinotti ha perso la testa, come l’autista di Mastrogiacomo.





Paolo Cento, la guerra e il terrorismo talebano

21 03 2007

PAOLO CENTO, sottosegretario all’Economia, ha risposto così all’obiezione di chi gli ricorda che i talebani hanno sgozzato l’autista di Mastrogiacomo: Purtroppo questo è il dramma, la tragedia della guerra e di chi risponde alla guerra. Guerra e terrorismo sono due facce drammatiche della stessa medaglia“.

PESI MEDIA:  anche Paolo Cento e l’opportunismo sono due facce della stessa medaglia. Alla vanagloria.





Piero Fassino a braccetto con Osama Bin Laden

18 03 2007

PIERO FASSINO, leader dei DS, sulla situazione della guerra in Afghanistan: Auspico che anche i Talebani possano sedere al Tavolo della pace“.

PESI MEDIA:  Fassino ricordi a D’Alema di allontanarsi dalla tavola quando i Talebani offriranno ai commensali un piatto tipico afghano. Pare che la ricetta sia esplosiva.





Il comunista Rizzo, gli americani e il nazismo

5 03 2007

MARCO RIZZO, eurodeputato del PDCI, dopo l’attentato su una strada afghana tra Jalalabad e il confine pachistano contro un convoglio di marines di un kamikaze alla guida di un minibus imbottito di esplosivo, a cui è seguita una lunga sparatoria causata dalle raffiche di kalashnikov sparate dagli attaccanti mescolati alla folla, con il sanguinoso bilancio di 16 civili uccisi e 34 feriti: “Gli americani a Jalalabad fanno rappresaglia come i nazisti”.

PESI MEDIA:  dopo tale affermazione Marco Rizzo per rappresaglia andrebbe messo spalle al muro e “fucilato” a suon di cavoletti di Bruxelles.





Scalzone ci insegna a sparare

5 02 2007

ORESTE SCALZONE, ex leader di Potere Operaio, incassata la prescrizione dopo 25 anni di latitanza in Francia gira l’Italia in camper e di nuovo in prima linea, attaccando anche le vittime del terrorismo: fanno carriera politica con il dolore.

PESI MEDIA:  alcuni ex compagni di Scalzone al contrario si fanno beffa del dolore che hanno causato. Che Scalzone porti in gita sul camper D’Elia ad esempio, potrebbero trastullarsi nello sparare… cazzate. Sì perché i proiettili veri hanno già centrato i loro bersagli.