Romano Prodi ha scoperto l’esistenza del rugby

16 03 2007

ROMANO PRODI, durante la visita a Palazzo Chigi della nazionale di rugby che ha vinto le ultime due partite del ‘6 Nazioni’: Il rugby dimostra che per andare avanti bisogna passare la palla indietro“.

PESI MEDIA:  Prodi è abituato a scaricare la palla agli altri. E senza arrivare mai alla meta.





Abramovich e i baby-calciatori

27 12 2006

ROMAN ABRAMOVICH, magnate russo proprietario del 100% del Chelsea, cambia strategia: spenderò meno al calciomercato e punterò sul vivaio.

PESI MEDIA: prepariamoci alla tratta selvaggia di una nuova merce prelibata, i baby-calciatori.





Moratti e Babbo Natale

24 12 2006

Massimo Moratti, presidente dell’Inter: finalmente un Natale sereno, gli altri anni a questo punto avevamo sempre tante speranze che poi si rivelavano inutili. Ma non solo per colpa nostra.

Pesi Media: sì, era colpa di Babbo Natale che regolarmente smarriva la letterina dei desideri di Moratti. 





Fisichella e la fiducia

24 12 2006

Giancarlo Fisichella, pilota di Formula1 della Renault, pensa al prossimo mondiale dove sarà il top driver del team francese dopo il passaggio di Alonso alla McLaren: la gente mi presterà molta attenzione l’anno prossimo, questo è normale. Io so di avere la fiducia di Flavio Briatore e di Pat Symonds.

Pesi Media: anche la Ferrari e la McLaren hanno fiducia in lui nella corsa alla vittoria del mondiale. 





Il pudore di Moratti

21 12 2006

Massimo Moratti, presidente dell’Inter, la scorsa primavera era pronto a vendere l’Inter: non ce la facevo più a vedere quello che succedeva nell’indifferenza generale. Per bene che andasse potevamo arrivare secondi e non speravo che sarebbe venuta fuori la verità. Ero davvero stufo. Ho chiamato un paio di banche e le ho incaricate di vendere l’Inter. Anche la mia famiglia era daccordo, non volevano più vedermi così stressato.

Pesi Media: in confronto al “povero” Moratti chissà lo stress di un qualunque tifoso interista, ad esempio un comune operaio che oltre a non poter mai gioire per una vittoria magari veniva anche chiamato dalla banca ad ogni fine mese perchè il conto corrente era in rosso.