Pesi Media è ritornato a casa

30 09 2008

Sono ritornato su Pesi Media, Antonio Di Pietro è troppo ripetitivo e monotematico per dedicare un blog tutto per lui!

Annunci




Pesimedia si è spostato

2 07 2008

Pesimedia ha deciso di dedicarsi esclusivamente al sig. Antonio Di Pietro,
andate pure qui:

www.votaantonio.wordpress.com

dfsdf





Di Pietro e il partito dei blog

23 06 2008

ANTONIO DI PIETRO lancia una nuova forma-partito che legherà il suo partito al mondo della rete internet e dei blog:
Sicuramente più vicino alla gente rispetto a quanto fanno le strutture politiche tradizionali.

PESI MEDIA: Beppe Grillo è già in fibrillazione, teme che questa concorrenza interna possa nuocere agli introiti generati dal suo blog.

di pietro contro beppe grillo





Antonio Di Pietro, la Tav e i Noglobal

13 06 2007

ANTONIO DI PIETRO, ministro delle Infrastrutture, in merito alla discussione finale sulla TAV:
“Il confronto sulla Tav? Sarà con i cittadini della Val di Susa e non con i no global sfasciacarrozze”.

PESI MEDIA: i no global sono un problema secondario, infatti se la Tav verrà cassata non ci saranno neppure le carrozze da sfasciare.





Giuliano Amato “spera” di garantire la sicurezza dei cittadini

12 06 2007

GIULIANO AMATO, ministro dell’Interno, sul tema della sicurezza dei cittadini durante un’intervista al Corriere della Sera:
“Spero che i reati non restino impuniti”.

PESI MEDIA: i criminali invece stanno facendo la macumba affinché Amato resti in carica molto a lungo.





Piero Fassino, il centrodestra e le tossine

7 06 2007

PIERO FASSINO in merito alle polemiche relative alla vicenda Visco-GdF:
“La destra anche in questo caso cavalca strumentalmente la vicenda, usa metodi inaccettabili e introduce tossine nella vita politica”.

PESI MEDIA: in effetti alla sinistra il virus della verità risulta essere sempre molto tossico. 





Il ministro Vannino Chiti dipinge Visco come un angioletto innocuo

1 06 2007

VANNINO CHITI, ministro per i Rapporti con il Parlamento, difende così Vincenzo Visco in merito alle pressioni sul comandante generale della Guardia di Finanza, Roberto Speciale, per i trasferimenti degli ufficiali della Lombardia che si occupavano della vicenda Bnl-Unipol:
“Il viceministro non ha costretto nessuno a fare alcunché: non ne avrebbe avuto né la possibilità né i mezzi, né glielo avrebbe consentito la sua formazione culturale e la sua correttezza istituzionale”.

PESI MEDIA: la correttezza dimostrata da Visco nei confronti della GdF si rivela ogni giorno di più veramente Speciale.