Per Bertinotti le vite umane non sono tutte uguali

22 03 2007

FAUSTO BERTINOTTI, presidente della Camera, commentando la liberazione del giornalista Mastrogiacomo in Afghanistan, ottenuta grazie al rilascio di 5 pericolosi terroristi talebani: Io mi sento orgoglioso di vivere in un Paese dove le istituzioni e il Governo riescono a realizzare, in maniera coesa, una trattativa e salvare una vita umana“.

PESI MEDIA:  Bertinotti ha perso la testa, come l’autista di Mastrogiacomo.





Paolo Cento, la guerra e il terrorismo talebano

21 03 2007

PAOLO CENTO, sottosegretario all’Economia, ha risposto così all’obiezione di chi gli ricorda che i talebani hanno sgozzato l’autista di Mastrogiacomo: Purtroppo questo è il dramma, la tragedia della guerra e di chi risponde alla guerra. Guerra e terrorismo sono due facce drammatiche della stessa medaglia“.

PESI MEDIA:  anche Paolo Cento e l’opportunismo sono due facce della stessa medaglia. Alla vanagloria.





Il comunista Rizzo, gli americani e il nazismo

5 03 2007

MARCO RIZZO, eurodeputato del PDCI, dopo l’attentato su una strada afghana tra Jalalabad e il confine pachistano contro un convoglio di marines di un kamikaze alla guida di un minibus imbottito di esplosivo, a cui è seguita una lunga sparatoria causata dalle raffiche di kalashnikov sparate dagli attaccanti mescolati alla folla, con il sanguinoso bilancio di 16 civili uccisi e 34 feriti: “Gli americani a Jalalabad fanno rappresaglia come i nazisti”.

PESI MEDIA:  dopo tale affermazione Marco Rizzo per rappresaglia andrebbe messo spalle al muro e “fucilato” a suon di cavoletti di Bruxelles.





Francesco Caruso il pacifinto

6 02 2007

FRANCESCO CARUSO, deputato di Rifondazione Comunista nonché leader dei no-global napoletani, in merito alla morte del poliziotto Raciti durante gli scontri di Catania: “La morte di un agente vale come quella di un ultrà. La polizia è poco addestrata, sa solo manganellare nel mucchio”.

PESI MEDIA:  la presenza di Caruso in parlamento al contrario non vale nulla e tale no-global pacifinto meriterebbe tante sonore sculacciate sul sedere, date col manganello pesante ovviamente. Così si addestra all’educazione civica.





I giustiziati in Iran non fanno notizia

16 01 2007

ROMANO PRODI, dopo l’esecuzione in Irak di 2 fedelissimi di Saddam: manteniamo la stessa posizione tenuta per Saddam Hussein. L’Italia è contro la pena di morte, non spendiamo alcun’altra parola.

PESI MEDIA:  ieri in Iran è stato giustiziato il condannato a morte n° 11 dall’inizio dell’anno e per la 2° volta in pochi giorni l’esecuzione è avvenuta in uno stadio. Sull’Iran silenzio di tomba.





Il sacro terrore della morte

22 12 2006

Piergiorgio Welby, poco prima di morire: mi devo concentrare sulla mia morte, è la prima volta che muoio.

Pesi Media: Jim Morrison diceva “C’é il sacro terrore della morte, ma la morte é un fatto naturale, credo che la morte sia un’amica dell’uomo, perché mette fine a quel grande dolore che é la vita.”