Ahmadinejad, il nucleare e le ferrovie

26 02 2007

MAHMUD AHMADINEJAD, presidente dell’Iran, sul programma di proliferazione nucleare: “Il programma nucleare è una locomotiva senza freni, impossibile da fermare”.

PESI MEDIA:  per fermarla basterebbero le ferrovie italiane, il deragliamento è assicurato.





I giustiziati in Iran non fanno notizia

16 01 2007

ROMANO PRODI, dopo l’esecuzione in Irak di 2 fedelissimi di Saddam: manteniamo la stessa posizione tenuta per Saddam Hussein. L’Italia è contro la pena di morte, non spendiamo alcun’altra parola.

PESI MEDIA:  ieri in Iran è stato giustiziato il condannato a morte n° 11 dall’inizio dell’anno e per la 2° volta in pochi giorni l’esecuzione è avvenuta in uno stadio. Sull’Iran silenzio di tomba.





Caccia al tesoro in Irak

2 01 2007

L’EMIRO dell’Esercito islamico in Irak (AII), uno dei maggiori gruppi della guerriglia sunnita del Paese: è l’America che ha appiccato il fuoco della guerra confessionale prima di rendersi conto che questa è attizzata dagli iraniani, che si sono impadroniti dell’Irak e delle sue ricchezze senza colpo ferire.

PESI MEDIA:  per le anime candide della Sinistra mondiale la guerra in Irak non era ispirata solamente dalla volontà degli USA d’accaparrarsi il petrolio? Pare che qualcuno li abbia preceduti nella caccia al tesoro.





La saggezza iraniana

2 01 2007

AHMADINEJAD, presidente dell’Iran, continua a sfidare il mondo: la nazione iraniana è saggia, continuerà nel suo programma nucleare ed è pronta a difenderlo completamente.

PESI MEDIA:  la saggezza della nazione iraniana fa passi da gambero.