Il ministro Vannino Chiti dipinge Visco come un angioletto innocuo

1 06 2007

VANNINO CHITI, ministro per i Rapporti con il Parlamento, difende così Vincenzo Visco in merito alle pressioni sul comandante generale della Guardia di Finanza, Roberto Speciale, per i trasferimenti degli ufficiali della Lombardia che si occupavano della vicenda Bnl-Unipol:
“Il viceministro non ha costretto nessuno a fare alcunché: non ne avrebbe avuto né la possibilità né i mezzi, né glielo avrebbe consentito la sua formazione culturale e la sua correttezza istituzionale”.

PESI MEDIA: la correttezza dimostrata da Visco nei confronti della GdF si rivela ogni giorno di più veramente Speciale.

Annunci